Civita di Bagnoregio eletta miglior meta italiana dalla Cnn. Intanto, il sindaco studia come “contenere” i turisti

Il Messaggero –  Federica Lupino

Civita di Bagnoregio prima del Colosseo a Roma e di Ponte Vecchio a Firenze. Tra le 33 ragioni per visitare l’Italia, secondo la Cnn c’è proprio la città che muore in provincia di Viterbo. Anzi, per l’all-news statunitense è la prima davanti a pilastri ben più blasonati del patrimonio artistico-culturale del Bel Paese. “Una grande soddisfazione – commenta il sindaco Francesco Bigiotti – soprattutto perché questo riconoscimento arriva del tutto inatteso”. Intanto, le proiezioni sui flussi turistici per il 2017 restituiscono numeri da far tremare i polsi: “Se il trend resterà questo, chiuderemo l’anno – prevede – con oltre 850mila turisti, 110mila in più rispetto allo scorso anno”. Per rendere l’idea a Bagnoregio risiedono circa 3.600 abitanti e dentro Civita appena una decina. Se non si tratta di un’invasione, poco ci manca.
Vista la delicatezza del sito, ora il problema però è regolare i flussi. “L’essenza di Civita va tutelata e dobbiamo anche considerare che la nostra ricettività è limitata. Prima di arrivare a soluzioni drastiche come il numero chiuso, cercheremo di spalmare i turisti in tutto il periodo dell’anno e anche duranti i feriali, evitando concentrazioni nei festivi”, annuncia. Come? Con un biglietto differenziato che preveda una tariffa superiore per i fine settimana e durante le date segnate in rosso sul calendario. “Stiamo anche lavorando – conclude Bigiotti – per organizzare dei tour che non concentrino i turisti solo a Civita ma li portino a visitare tutta la Teverina e anche altre zone della provincia di Viterbo”. Decisioni che verranno adottate e ufficializzate nelle prossime settimane.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *