Stella Azzurra, la dirigenza è già al lavoro per una C gold da protagonisti

Il Messaggero –  MARCO GIULIANELLI
Una C gold da protagonista. La Stella Azzurra basket ripartirà da un gradino più sotto: d’altronde è quello che ha detto il campo e la dirigenza proprio da questa retrocessione vuole fondare le basi di una pronta ripartenza. Tant’è che smaltita la giusta delusione, i dirigenti della Stella si sono messa al lavoro per tracciare le linee guida del prossimo campionato. ” Il campo ha detto che al momento per noi la B era troppo – dice il vicepresidente dei biancostellati, Marcello Meroi – abbiamo accettato serenamente questo verdetto, e da qui vogliamo ripartire, anche per questo non abbiamo preso in considerazione l’ipotesi di un eventuale presentazione di domanda di ripescaggio”. Quindi tutti al lavoro con l’obiettivo di ben figurare il prossimo anno: “E’ già da qualche giorno che siamo tornati a lavorare per programmare il prossimo campionato – conferma Meroi – l’obiettivo è provare ad allestire una squadra competitiva che si sappia ben comportare in un campionato che sarà comunque ostico”. Due le strade che si stanno seguendo: “Sono partiti i primi colloqui con gli sponsor – rivela il vicepresidente – questo  è un aspetto fondamentale, anche perché senza il loro aiuto è impossibile programmare un campionato. Le risposte stanno arrivando e siamo contenti che a molte aziende è piaciuto il progetto che abbiamo loro mostrato”. Ma colloqui sono stati avviati anche con i giocatori che hanno vestito lo scorso anno la maglia di Viterbo: “Il nostro obiettivo – aggiunge Meroi – è quello di confermare una parte dei giocatori che sono stati protagonisti con la nostra maglia lo scorso anno. A loro vogliamo aggiungere elementi che conoscono la categoria e che possano dare un importante apporto di qualità ed esperienza. Devo dire che forse siamo in anticipo, visto che molti campionati ancora si devono concludere, ma contiamo entro il 10 giugno di riuscire a ufficializzare i primi accordi”. Chi non ci sarà, quasi sicuramente, è Fabio Marcante che si è dovuto trasferire per motivi di lavoro e quindi impossibilitato a fare la spola con Viterbo. Punto interrogativo, invece, su coach Umberto Fanciullo che ha avuto richieste da altre società. Il tecnico di Guidonia si è preso dieci giorni di tempo prima di decidere il proprio futuro, fermo restando che in casa Stella la speranza è che rimanga alla guida della squadra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *